0

11 dicembre 2015

Zap Zap, il Bim Bum Bam di Tmc

Se a Mediaset regnava Bim Bum Bam o in Rai spopolava “La Melevisione”, anche a Telemontecarlo, allora di Cecchi Gori, non si stava con le mani in mano relativamente ai contenitori per ragazzi. Il pomeriggio ( tardo visto che la trasmissione iniziava alle 18.00, anche se negli anni si registrerà anche un esperimento al mattino) […]

Zap Zap, il Bim Bum Bam di Tmc

Se a Mediaset regnava Bim Bum Bam o in Rai spopolava “La Melevisione”, anche a Telemontecarlo, allora di Cecchi Gori, non si stava con le mani in mano relativamente ai contenitori per ragazzi.

Il pomeriggio ( tardo visto che la trasmissione iniziava alle 18.00, anche se negli anni si registrerà anche un esperimento al mattino) di Tmc vedeva andare in onda Zap Zap, o Zap Zap Tv , come si chiamerà in seguito, programma andato in onda dal 1996 e la cui mascotte, almeno nelle prime edizioni era rappresentata da un telecomando arancione che faceva capolino nella stessa sigla.

Cuore del programma i tanti cartoni, prevalentemente del decennio prima e spesso oggetto di nuove sigle realizzate dai Cartoon Kids, fra i quali impossibile dimenticare “Arrivano i Superboys“, una sorta di antesignano di “Holly e Benji” di inizio anni 70′, “Bia la sfida della magia” (già trasmessa anni prima da Rai2) o ancora “Madmoiselle Anne“, “Sam il ragazzo del west”, per finire con i classici “Mimì e le ragazze della pallavolo“, “L’uomo tigre” o “Sampei“, protagonisti della nostra tv, sulle diverse frequenze,  per almeno 30 anni.
Non mancarono per ora anche le prime visioni come Ranma ½, “La storia infinita”, “Kangoo”, “B’t X” o la produzione francese, dal romanzo di Hugo, ” I Miserabili”.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *